19 novembre 2020

PAZIENTI POSITIVI COVID SINTOMATICI IN GESTIONE DOMICILIARE: FIMMG, LE CRITICITA’.

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Siracusa, Anselmo Madeddu come si evince dalla lettera che potete scaricare di seguito, cogliendo a pieno le criticità segnalate dalla FIMMG, avanza precise richieste all’ASP in relazione alla gestione domiciliare dei pazienti positivi COVID.

L’Ordine dei Medici domanda all’ASP, come affermato dalla FIMMG di evitare che il Dipartimento di Prevenzione continui a distogliere in modo inappropriato risorse di USCA destinate invece all’assistenza domiciliare.

Nello specifico, recependo il disagio segnalato da parte dei MMG e PLS, l’Ordine dei Medici ritiene necessario che vengano assicurate due ben precise richieste:

  1. Esonerare le USCA assegnate ai Distretti da tutte le innumerevoli disposizioni di esecuzione di tamponi inviate giornalmente dal Dipartimento di Prevenzione, dedicandole in via esclusiva alle funzioni di presa in carico dei pazienti in assistenza domiciliare, a seguito delle richieste da parte di MMG e PLS.
  2. Riportare il numero di USCA, destinate esclusivamente all’assistenza domiciliare, allo standard previsto dal D.L. n. 14 del 9 marzo 2020, di 1 ogni 50.000 abitanti, che per i 400.000 abitanti della provincia di Siracusa ammonterebbero a 8 contro le 5 attuali.

Pertanto necessario è:

  • Incrementare il Distretto di Siracusa ( 200.000 abitanti) da 2 USCA a 4;
  • Incrementare il Distretto di Noto ( 100.000 abitanti) da 1 USCA a 2;
  • Dedicare esclusivamente all’assistenza domiciliare tutte le USCA distrettuali, ed in particolare quelle assegnate ai Distretti di Lentini e Augusta (complessivamente 100.000) nella misura di una ciascuno, che in atto sono costrette ad assicurare quasi esclusivamente richieste del Dipartimento di Prevenzione.

SCARICA LA COMUNICAZIONE DELL’ORDINE DEI MEDICI ALL’ASP, CLICCA SUL LINK:
ORDINE DEI MEDICI, PAZIENTI POSITIVI COVID IN GESTIONE DOMICILIARE